Olio di cocco: composizione e benefici

L’olio di cocco è composto in gran parte da acidi grassi saturi (circa 90%) e, in minima parte, da acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi. È privo di grassi trans e fra gli oli vegetali è quello con la minor percentuale di acidi grassi insaturi.

Gli acidi grassi saturi a catena media dell’olio di cocco sono composti da:

  • Acido Laurico: compone circa il 50% dell’olio di cocco, è indispensabile al corpo umano e la prova che l’altro alimento che ne è ricco è il latte materno. Il corpo necessita di acido laurico per produrre monogliceridi anti-microbici utilizzati per combattere virus e batteri patogeni. Quindi l’acido laurico è un grasso saturo fondamentale ed è’ stato scoperto essere utile nel contrastare virus come l’HIV, l’influenza e l’herpes.
  • Acido Caprico: reagisce con alcuni enzimi secreti da altri batteri, che successivamente lo convertono in un potente agente antimicrobico, il monocaprino.
  • Acido Caprilico: è un potente antifungino tanto da essere uno dei rimedi più potenti contro l’infezione da Candida.

Questi acidi grassi assicurano benefici sia come integratore alimentare e come prodotto di bellezza. In questo articolo presenteremo 5 benefici scientificamente dimostrati dell’olio di cocco quando esso viene ingerito come un alimento o utilizzato durante il preparo dei pasti:

1) Rafforza il sistema immunitario

Gli acidi grassi presenti nell’olio di cocco sono molto efficaci nel distruggere batteri, virus e funghi patogeni. L’acido caprilico, in particolare, possiede una potente azione antifungina e battericida dato che riesce a distruggere la membrana cellulare di questi agenti nocivi, ed è famoso per essere efficace contro l’infezione da Candida.

2) Può migliorare la funzione cerebrale nei pazienti con Alzheimer

Si e‘ dimostrato che basta un cucchiaio di olio di cocco per ottimizzare le performance cognitive. Ideale per chi soffre del morbo di Alzheimer ma anche per chi svolge un lavoro intellettuale, migliora le funzioni cerebrali immediatamente, senza dover aspettare mesi. Questo è dovuto ai corpi chetonici degli acidi grassi a catena media che migliorano i processi metabolici nel cervello.

3) Fa bene ai denti

Il calcio è un componente importante dei nostri denti. Poiché l’olio di cocco facilita l’assorbimento del calcio da parte dell’organismo, aiuta a sviluppare denti forti. L’olio di cocco ferma anche la carie. Recenti ricerche suggeriscono che l’olio di cocco riduce la formazione della placca, sbianca i denti e cura la gengivite.

4) Aiuta a migliorare i livelli di colesterolo

L’olio di cocco aumenta il colesterolo buono (HDL) e trasforma quello  cattivo (LDL) in un sottotipo benigno. Questo migliora i livelli di colesterolo e la pressione sanguigna, e previene i danni alle arterie e al cuore. Basta chiedere alla gente delle isole Tokelau in Polinesia, dove le malattie vascolari e cardiache sono quasi inesistenti: più della metà della loro dieta proviene dal cocco

5) Dimagrisce

I grassi saturi dell’olio di cocco accelerano la perdita di grasso sulla pancia. Uno studio ha osservato che bastano solo due cucchiai al giorno durante un periodo di 1 mese per ottenere risultati davvero eccezionali.

Ma attenzione: i 5 benefici sopracitati si manifesteranno completamente solo con l’olio vergine,  estratto dal endosperma (“polpa”) della noce del cocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *