Archivi categoria: Benessere

Il miglior Accappatoio per il benessere del tuo neonato

Il triangolo è un tipo di articolo molto ricercato dai neo-genitori che cercano il miglior livello di qualità per un accappatoio da neonato, nel momento in cui si devono prendere cura del proprio piccino dopo il bagnetto, visto che si tratta di un asciugamano che risulta essere pratico e semplice da utilizzare.

Il triangolo: semplicità infinita

L’accappatoio a triangolo è un tipo di asciugamano per neonati che permetterà, ad un genitore, di potersi prendere cura in maniera completa e perfetta del proprio piccino.

Basterà semplicemente avvolgerlo nell’asciugamano ed ecco che il gioco sarà fatto: con pochissimi passaggi sarà possibile avvolgere il neonato nell’asciugamano ed evitare che possa prendere freddo oppure che si possano realizzare altre conseguenze negative che andranno a colpire, in maniera negativa, la salute del piccino stesso.

Il triangolo è inoltre perfetto come accessorio per la pelle del proprio neonato, in quanto vengono sempre realizzati con materie prime di qualità, solitamente in seta e cotone, in modo tale che non ci sia il rischio di dare fastidio o irritare la delicata pelle del bambino.

Infatti così si eviterà che possa avere un corpo ricco di segni e macchioline sull’epidermide, che derivano appunto dall’utilizzo di un tipo di asciugamano di bassa qualità, poco piacevole da sfruttare,e sopratutto non idoneo per un neonato.

Acquistare online accappatoi da neonati a triangolo

Oltre a rivolgervi ai canali tradizionali e ai numerosi negozi con articoli per neonati della vostra città, un’ottima possibilità è anche quella di acquistare online questa tipologia di prodotti, dato che l’offerta proposta da vari siti web è davvero ottima, sia a livelli di costi che di quantità di prodotti.

Se dunque volete provare ad acquistare online un accappatoio da neonato di qualità, tra i vari e-commerce e siti predisposti per l’acquisto vogliamo segnalarvi l’e-commerce Nandida, dove potrete trovare ad un ottimo prezzo degli articoli di altissima qualità, come ad esempio i triangoli prodotti dal marchio Ellepi con  i vari personaggi Disney: un piccolo gioiellino per il vostro neonato!

Basta collegarsi su Nandida.com per osservare il catalogo e scegliere gli articoli preferiti: gli acquisti su questa piattaforma sono estremamente facili e sicuri, le consegne rapide, e sopratutto, tutti i prodotti di marca sono ovviamente originali e garantiti, dunque potete fidarvi ad occhi chiusi.

Le trappole per zanzare: come liberarsi del ronzio

Nelle tecniche di disinfestazione delle zanzare, le trappole per zanzare rientrano tra i metodi più blandi, ma non per questo poco efficaci. E’ chiaro che riuscire a conciliare tecnica e risparmio, in termini sia di denaro che di energia, è il fattore determinante da valutare nella scelta della trappola o del metodo vero e proprio di disinfestazione delle zanzare. Continua la lettura di Le trappole per zanzare: come liberarsi del ronzio

Mastopessi: Firenze è consigliata

Ma cos’è la mastopessi?

 

Si parla di mastopessi per intendere un intervento di chirurgia plastica, – altresì chiamato “lifting al seno” -, mirato ad eliminare il tessuto cutaneo in eccesso alla ghiandola mammaria, risollevandola quindi dopo una gravidanza, una rapida ed eccessiva perdita di peso o per via di altri disturbi alla salute.

Generalmente le persone soggette all’intervento sono donne tra i 30 e i 60 anni d’età.

 

Pre-intervento

 

La visita pre-intervento ha come obiettivo la valutazione della situazione clinica della paziente, concordando con questa le tecniche operative e il possibile risultato da ottenere, e tenendo in conto che l’intervento dev’essere svolto dopo il ciclo mestruale e mai nei 4-5 giorni che lo precedono).

Spesso oltre agli esami di routine che vengono prescritti durante un normale Hospital-Day (analisi del sangue, elettrocardiogramma, radiografia del torace, ecc.), si fa eseguire alla paziente un’ecografia mammaria per escludere possibili patologie oncologiche della ghiandola.

Il tutto serve per valutare la conformazione fisica della donna e scegliere la procedura più adatta per un intervento preciso e mirato.

Per quanto riguarda la terapia antibiotica, bisogna iniziarla il giorno prima dell’intervento e proseguirla anche 4-5 giorni dopo l’intervento.

In questo periodo inoltre si consiglia alla donna di acquistare un reggiseno modellante da indossare nel periodo post-l’intervento.

 

E l’intervento?

 

Clinica specializzata in Mastopessi a FirenzeGrazie a questo il tessuto cutaneo in eccesso nel seno cadente (chiamato anche “ptosi”) viene rimosso, riportando la ghiandola mammaria nella sua posizione originaria.

Talvolta in questa procedura vengono altresì inserite delle protesi, spesso di piccolo volume (mastoplastica additiva).

Durante l’operazione (che dura all’incirca un’ora, ma può arrivare anche a un massimo di 3 ore) il paziente viene sottoposto all’anestesia generale per non percepire le incisioni.

Queste vengono eseguita intorno all’aureola delle mammelle.

Talvolta, inoltre, le pazienti preferiscono sottoporsi successivamente a dei trattamenti estetici per eliminare le cicatrici dovute all’intervento chirurgico.

Vi esistono diverse tecniche utilizzate per volgere l’esito dell’intervento di mastopessi al meglio:

  • La mastopessi “Round Block” – che lascia un’incisione circolare intorno alla ghiandola;
  • Mastopessi con le cicatrici a T – le cicatrici sono verticali centralmente e raggiungono l’area sottomammaria;
  • Le mastopessi con protesi – una mastopessi con l’introduzione di una piccola protesi.

A seconda delle tecniche, l’intervento può compromettere l’allattamento.

Il risultato dell’operazione non è definitivo, e spesso ci vuole un ritocco anche dopo 10 anni o più anni.

La durata degli effetti di dipendono comunque dallo stile di vita di ognuno, e sono quindi strettamente personali.

 

Dopo l’intervento 

 

Dopo l’intervento di mastopessi la donna dovrà evitare di svolgere attività fisica per un periodo di almeno 10 giorni, e per le prime settimane le sarà prescritto di indossare un reggiseno modellante apposito sia di giorno che di notte.

A delle volte, dopo l’intervento il seno può apparire gonfio e dolorante; tuttavia questi sintomi sono soliti svanire in una settimana di tempo circa.

Solitamente i punti sutura non si rimuovono, ma vengono assorbiti spontaneamente, anche se alcune volte si consiglia l’uso di pomate specifiche atte ad evitare l’ipertrofia delle cicatrici.

Le complicanze post-operatorie sono davvero rare e spesso vengono risolti abbastanza facilmente con la prescrizione di un’adeguata cura.

 

Mastopessi? Falla a Firenze

 

Tra le moltissime città con delle cliniche specializzate per svolgere la mastopessi, Firenze è sicuramente la più consigliata.

I costi non sono affatto alti, e per quanto riguarda il rapporto tra la qualità dell’intervento e il suo prezzo, non c’è di che preoccuparsi: grazie a molti piani preventivi, e all’esperienza decennale che hanno i medici fiorentini, si riesce a trovare una soluzione adatta alle esigenze di tutti.

E per quanto riguarda le cliniche, non c’è di che preoccuparsi: nella città del Rinascimento, l’igiene, la professionalità, e la garanzia di un risultato soddisfacente sono d’obbligo.

Sinusite, un disturbo comune a molti: cause e sintomi

La sinusite è un’infiammazione della membrana che riveste i seni paranasali, causata da un’infezione. Generalmente vengono colpiti i seni etmoidali, posti fra la cavità orbitaria e i seni mascellari, situati nelle ossa mascellari. La maggior parte delle sinusiti è provocata da un’infezione che si diffonde dal naso ai seni, lungo gli stretti condotti in cui viene drenato il muco dei seni nel naso. Di solito, questa forma è indotta da un’infezione batterica che si sviluppa come complicanza di un’infezione virale, per esempio il raffreddore comune.

Più raramente, l’infezione può originare da un ascesso a un da dente superiore, dall’ingresso di acqua infetta nei seni, che si verifica quando un individuo si butta in acqua di piedi senza chiudersi accuratamente le narici, oppure da un grave trauma facciale. La sinusite è molto frequente e numerosi soggetti soffrono di attacchi di sinusite dopo ogni raffreddore. Sembra che, una volta che si sia stabilita la tendenza all’infezione dei seni, a ogni raffreddore la recidiva diventa sempre più probabile.

Sintomi e segni della sinusite

Di solito, la sinusite suscita una sensazione di tensione o intasamento nella zona colpita, dolore e febbre. Una complicanza frequente è la formazione di pus nei seni colpiti, con comparsa di dolore e di una secrezione nasale. Altre rare complicanze sono cellulite orbitale, meningite e ostiomielite. Poiché il coinvolgimento dei seni paranasali presuppone una sensibilizzazione di quest’ultimi verso gli insulti patogeni, spesso alla base della sinusite recidivante vi sono banalissime infezioni virali o batteriche che si complicano con micosi; in altre occasioni, forse anche più frequenti di quelle appena menzionate, le sinusiti si manifestano con particolare insistenza nei soggetti allergici e quindi sensibilizzati già verso pollini, polvere, acari, etc.

La sinusite può decorrere in forma acuta o cronica, ma più spesso tende a cronicizzare e a ripresentarsi con frequenza. I sintomi più comuni sono costituiti da:

  • dolore persistente nella zona compresa tra occhi e naso, per rigonfiamento infiammatorio delle mucose;
  • accumulo di secrezioni nasali giallo-verdastre, emesse sia dalle narici che dalla bocca per scivolamento sul retro della gola;
  • difficoltà respiratorie per congestione delle prime vie nasali;
  • mal di tesa, senso di pesantezza e anche emicranie per pressione alla base della fronte;
  • tosse, mal di gola e febbre se subentrano infezioni batteriche o virali;
  • riduzione dell’olfatto e del gusto per alterazione infiammatoria delle mucose interessate;
  • alitosi per persistenza di muchi.

Terapia e trattamenti utili per la sinusite

Accanto alla prescrizione medica di antibiotici utili a debellare l’infezione batterica in corso, la terapia delle sinusiti può spaziare dall’uso di decongestionanti e spray antiallergici, per alleggerire il senso di pressione e pesantezza alla base di naso e fronte, fino all’uso di mucolitici ed espettoranti che però non sempre si rivelano efficaci, soprattutto se usati isolatamente.

Di contro, nei casi cronici gli spray nasali salini si sono rivelati efficaci nel ridurre il problema grazie ad una fluidificazione dei muchi, ad un aumento dell’umidità interna e ad una diminuzione dei batteri che in un ambiente salato vengono inibiti in crescita e replicazione.

lozione rigenerante e ricostituente per contrastare l’invecchiamento

Prevenire la vecchiaia è possibile?

Viviamo in un’era dove nascondere la propria età è una moda. Andare sotto i ferri per togliere i segni dell’età che avanza è possibile, ma è sempre l’unica soluzione sottoporsi ad un’operazione?cura del corpo

Ovviamente no. Esistono tantissime tecniche per prevenire l’invecchiamento e per far si che la pelle risulti sempre rigenerata e senza la presenza di segni dello stress giornaliero. Creme, sieri, lozioni sono delle ottime sostituzioni per chi volesse prevenire le famosissime rughe.

Sul sito NaturPlus potrai trovare tantissimi prodotti per la cura del corpo.

Lozioni anti-age.

Uno degli elementi principali contenuti all’interno delle lozioni anti-age è l’Acido Ialuronico. Questo Acido è una sostanza che è presente all’interno del corpo umano, all’interno dei tessuti connettivi. Esso serve per preservare la palle, per proteggerla, infatti in cosmesi l’Acido Ialuronico è utilizzato esattamente per lo stesso principio.

All’interno delle lozioni, l’Acido ha la funzione di aumentare la coesione tra le cellule presenti nella pelle e, facendo pesare la propria presenza sui radicali liberi, permette alla pelle di diminuire notevolmente gli effetti che il tempo ha su di essa. I Filler presenti all’interno delle lozioni, nutrono la pelle, la levigano e la rendono lucida.

Rimedi naturali.

Nonostante le innumerevoli possibilità che la cosmesi offre, è possibile creare delle lozioni che, non solo nutrono la palle, ma la rigenerano, donandole lucentezza così da apparire anche più giovane e ben curata. E’ possibile creare creme naturali con arachidi e olio di rose, con yogurt, olio di Jojoba e burro di Karitè.

Le combinazioni sono davvero infinite e, una volta creato il siero giusto, è possibile applicarlo più volte al giorno, riuscendo così ad ottenere l’effetto che tanto si è desiderato.

Sieri rigeneranti e anti-age innovativi.

Per i più temerari e aperti a nuove esperienze, il commercio mette a disposizioni creme, sieri e lozioni davvero uniche nel proprio genere. Esistono delle creme alla bava di lumaca, che grazie al contenuto di elastina, collagene e vitamine, previene e attutisce la formazione di rughe, eliminazione di eventuali macchie presenti sulla pelle, e rigenera l’epidermide così da donarle lucentezza e vitalità.

Che gambe!

L’estate è bella, è vacanza, è mare, è riposo, è finalmente tempo da dedicare a se stessi. Ma l’estate, e il caldo che l’accompagna sempre, e che quest’anno picchia durissimo, porta con sé tanti problemi, specialmente per chi non è più un ragazzino o una ragazzina. Le gambe, ad esempio, soffrono molto d’estate, si gonfiano, diventano pesanti, danno fastidio. Come evitare tutto ciò? Come avere gambe il più snelle possibili, non un peso da sopportare, ma un sostegno agile e forte? (e uno spettacolo da mostrare, visto che le gambe sono sempre scoperte).

Continua la lettura di Che gambe!