rimedi sinusite

Sinusite, un disturbo comune a molti: cause e sintomi

La sinusite è un’infiammazione della membrana che riveste i seni paranasali, causata da un’infezione. Generalmente vengono colpiti i seni etmoidali, posti fra la cavità orbitaria e i seni mascellari, situati nelle ossa mascellari. La maggior parte delle sinusiti è provocata da un’infezione che si diffonde dal naso ai seni, lungo gli stretti condotti in cui viene drenato il muco dei seni nel naso. Di solito, questa forma è indotta da un’infezione batterica che si sviluppa come complicanza di un’infezione virale, per esempio il raffreddore comune.

Più raramente, l’infezione può originare da un ascesso a un da dente superiore, dall’ingresso di acqua infetta nei seni, che si verifica quando un individuo si butta in acqua di piedi senza chiudersi accuratamente le narici, oppure da un grave trauma facciale. La sinusite è molto frequente e numerosi soggetti soffrono di attacchi di sinusite dopo ogni raffreddore. Sembra che, una volta che si sia stabilita la tendenza all’infezione dei seni, a ogni raffreddore la recidiva diventa sempre più probabile.

Sintomi e segni della sinusite

Di solito, la sinusite suscita una sensazione di tensione o intasamento nella zona colpita, dolore e febbre. Una complicanza frequente è la formazione di pus nei seni colpiti, con comparsa di dolore e di una secrezione nasale. Altre rare complicanze sono cellulite orbitale, meningite e ostiomielite. Poiché il coinvolgimento dei seni paranasali presuppone una sensibilizzazione di quest’ultimi verso gli insulti patogeni, spesso alla base della sinusite recidivante vi sono banalissime infezioni virali o batteriche che si complicano con micosi; in altre occasioni, forse anche più frequenti di quelle appena menzionate, le sinusiti si manifestano con particolare insistenza nei soggetti allergici e quindi sensibilizzati già verso pollini, polvere, acari, etc.

La sinusite può decorrere in forma acuta o cronica, ma più spesso tende a cronicizzare e a ripresentarsi con frequenza. I sintomi più comuni sono costituiti da:

  • dolore persistente nella zona compresa tra occhi e naso, per rigonfiamento infiammatorio delle mucose;
  • accumulo di secrezioni nasali giallo-verdastre, emesse sia dalle narici che dalla bocca per scivolamento sul retro della gola;
  • difficoltà respiratorie per congestione delle prime vie nasali;
  • mal di tesa, senso di pesantezza e anche emicranie per pressione alla base della fronte;
  • tosse, mal di gola e febbre se subentrano infezioni batteriche o virali;
  • riduzione dell’olfatto e del gusto per alterazione infiammatoria delle mucose interessate;
  • alitosi per persistenza di muchi.

Terapia e trattamenti utili per la sinusite

Accanto alla prescrizione medica di antibiotici utili a debellare l’infezione batterica in corso, la terapia delle sinusiti può spaziare dall’uso di decongestionanti e spray antiallergici, per alleggerire il senso di pressione e pesantezza alla base di naso e fronte, fino all’uso di mucolitici ed espettoranti che però non sempre si rivelano efficaci, soprattutto se usati isolatamente.

Di contro, nei casi cronici gli spray nasali salini si sono rivelati efficaci nel ridurre il problema grazie ad una fluidificazione dei muchi, ad un aumento dell’umidità interna e ad una diminuzione dei batteri che in un ambiente salato vengono inibiti in crescita e replicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *