Quattro integratori naturali per dimagire

Per perdere peso in maniera efficace e duratura, valgono le tre regole fondamentali: uno stile di vita sano ed equilibrato, che si può ottenere con un regime dietetico ipocalorico, un’attività fisica costante ed adeguata alle nostre caratteristiche, senza trascurare l’idratazione. È fondamentale evitare diete lampo, digiuni o regimi monotematici, si tratta di diete che faranno perdere peso nel breve termine, ma quel peso andrà recuperato con gli interessi una volta reintrodotti nuovamente certi alimenti a lungo evitati.
Dopo questa breve premessa, è doveroso informare che in commercio esistono dei prodotti in grado di aiutare nella difficile impresa del dimagrimento: parliamo di integratori naturali a base di Garcinia.
Ovviamente, se non associati ad una dieta e dello sport, gli integratori non possono fare miracoli.

La Garcinia è una pianta proveniente dai paesi asiatici; esistono diverse tipologie di Garcinia. in questo articolo parleremo della più conosciuta: la Garcinia Cambogia, dal nome del paese da cui proviene.
Gli integratori a base di Garcinia Cambogia, possiedono diverse proprietà sciogli grasso: utilizzata sin dall’antichità per la riduzione del grasso corporeo e per diminuire il senso di fame, essa contiene diverse vitamine e antiossidanti vari, ma la caratteristica principale della Garcinia consiste nel suo alto contenuto in acido idrossicitrico, un enzima fondamentale nella sintesi dei lipidi. Come se non bastasse, è anche perfetto per diminuire il quantitativo di glucosio nel sangue, nonché per abbassare i livelli di colesterolo cattivo. Inoltre, il suo utilizzo è utile per combattere i diversi disturbi del tratto gastrointestinale.

Gli integratori naturali a base di Garcinia Cambogia sono certificati e a base di estratti naturali, non dovrebbero causare alcuna controindicazione; tuttavia, è consigliabile non utilizzare le pastiglie in caso di diabete o in stato di gravidanza. Le quantità prescritte in genere variano da una a due pastiglie giornaliere, preferibilmente dopo i pasti principali.
Tra gli integratori naturali presenti in commercio, vi presentiamo i più sicuri a livello di qualità ed efficacia: la prima, è sicuramente la Garcinia Cambogia Complex di Nutrition Slimming, perfetta grazie al suo alto numero di elementi vegetali presenti nella sua composizione. Si tratta di Garcinia Cambogia pura, addizionata ad altri elementi naturali stimolanti come il tè verde e l’estratto di piperina. L’integratore Garcinia Cambogia Complex si mantiene sugli standard dell’integratore venduto da Nutrition Slimming: estratto purissimo di garcinia, qualità garantita ad un costo piuttosto contenuto.
Infine, citiamo Garcinia Cambogia Extra, un integratore con un alto contenuto di estratto di Garcinia addizionato con dell’estratto di lamponi.

La delusione della prima parte di stagione della Motogp: Andrea Iannone

Dopo il Gran Premio di Germania la Motogp è andata in vacanza e la prossima gara si correrà il 6 agosto in quel di Brno. Sono tanti i temi caldi arrivati alla fine della prima parte della stagione ed uno è senza dubbio quello relativo alla involuzione di Andrea Iannone, che sta vivendo una stagione decisamente negativa con la Suzuki, a cui è approdato dopo il divorzio tutt’altro che indolore, dalla Ducati.

Iannone-Vinales: confronto impietoso

I numeri in Motogp dicono molto della situazione del singolo pilota e il fatto che Andrea Iannone abbia raccolto la miseria di 28 punti in 9 gare fa capire perfettamente lo stato di profonda crisi del pilota abruzzese.

Il confronto con Maverick Vinales è senza dubbio impietoso, perché l’anno scorso il funambolico spagnolo ha portato la Suzuki a lottare costantemente per le posizioni di vertice.

Iannone, con la stessa moto, si trova nelle retrovie della classifica generale ed è caduto anche nell’ultimo Gran Premio disputato: il miglior risultato ottenuto quest’anno rimane un 7° posto nel Gran Premio degli Stati Uniti, decisamente troppo poco considerando quanto la Suzuki ha investito su di lui e i risultati ottenuti l’anno scorso dalla casa nipponica.

Come mai Iannone è così in difficoltà?

Ovviamente gli appassionati di Motogp si chiedono quale sia il motivo di questa crisi così profonda che sta vivendo il pilota di Vasto. Una risposta nelle settimane scorse è arrivata proprio da lui: uno dei problemi sarebbe di natura tecnica, perchè la moto poco si adatterebbe al suo stile di guida. Nello specifico Iannone avrebbe delle difficoltà a causa dello scarso grip sul posteriore, che mal si adatta al suo stile di guida.

La Suzuki è corsa ai ripari e nella gara di Assen ha portato un telaio nuovo che ha avuto qualche effetto positivo in gara, dove comunque Iannone non è andato oltre il nono posto. Ci sono dei problemi anche in frenata e senza dubbio il fatto che Iannone sia un pilota irruente nella guida e quindi molto propenso anche a cadere, come ad esempio successo nell’ultimo Gran Premio, rende la situazione ancora più complicata.

Un fattore di deconcentrazione potrebbe essere Belen?

Secondo alcuni uno dei motivi della stagione assolutamente sottotono di Iannone sarebbe la sua storia con Belen Rodriguez. Alcuni rumors che circolano nel paddock di Motogp riferiscono che i vertici della casa nipponica avrebbero dato disposizione per chiudere le porte dei box alla showgirl. Tuttavia la Suzuki, per bocca del team manager Brivio, ha smentito tale ipotesi, riconfermando la piena fiducia nel pilota di Vasto, che però ha dovuto incassare il durissimo attacco di Kevin Schwantz, vero e proprio mito del motociclismo e ambasciatore Suzuki nel mondo.

Il pilota texano infatti ha accusato Iannone di non avere voglia di lavorare duro per sviluppare la moto e che la Suzuki attuale non è assolutamente così poco competitiva come il pilota di Vasto vorrebbe far credere. Considerando che Kevin Schwantz è molto vicino ai vertici della casa nipponica, qualcuno comincia ad ipotizzare che Iannone il prossimo anno potrebbe non essere più in Motogp con la Suzuki e questo fa capire il livello di tensione che si respira nei box dell’ex squadra di Vinales.

Ulteriori approfondimenti: Motogp http://sport.sky.it/motogp/home.html

Quando tutto ebbe inizio…